Pubblicato da Valentina Izzo 10 months fa

WordLift analizza il tuo contenuto e rileva le parole che rappresentano i principali concetti, fatti, persone e luoghi menzionati nel testo. Come creatore o editore di contenuti, puoi identificare le entità che descrivono meglio il significato essenziale del tuo contenuto tra quelle parole. Con un solo clic, queste entità saranno tradotte in markup schema.org e, allo stesso tempo, saranno salvate nel tuo vocabolario interno.

Cos’è il vocabolario di entità?

In WordLift, il vocabolario è un deposito di entità. Le entità descrivono le idee, i concetti, i luoghi e le persone di cui parli sul tuo sito web. Le entità aiutano ad organizzare il contenuto che stai scrivendo. Quando annoti un articolo con un’entità, WordLift crea una relazione tra l’articolo e l’entità in modo che un computer possa capirlo meglio.


Ogni volta che annotate un’entità, WordLift crea una context card che permette al lettore di sapere di più su ciò di cui stiamo parlando. Per esempio, come si vede nel video qui sotto, se ho segnato l’entità Schema.org nel mio articolo, WordLift creerà una context card su cui l’utente può cliccare per leggere maggiori informazioni su quell’entità. È lo stesso per tutte le entità a cui aggiungo il markup. Questo rende il contenuto più completo e rilevante e fa sì che il lettore passi più tempo sul sito web.

WordLift crea di default nuove pagine nella forma di questo vocabolario di entità. Cosa fare con il nuovo contenuto. In questo articolo ti mostriamo 4 diverse strategie, tra cui potrai scegliere quella che più si adatta alle tue esigenze:

  • Il Vocabolario Curato. Inizia ad aggiungere le entità più rilevanti al tuo sito web, aggiungi una descrizione, un’immagine in evidenza e rendile user friendly. Si aggiunge al tuo carico di lavoro, ma puoi collegare queste pagine internamente e lasciare che Google le indicizzi.
  • Il Vocabolario Nascosto. Usa WordLift per contrassegnare ogni pagina e articolo sul tuo sito, ma non collegare o indicizzare il vocabolario. Ottieni ancora il beneficio del SEO basato sulle entità, ma hai meno pagine e meno contenuto di cui preoccuparti.
  • Il Vocabolario Sperimentale. Utilizzate un approccio ibrido in cui lasciate che i vostri utenti vaghino liberamente e accedano alle entità, mentre impedite a Google di accedervi. Una volta che sei pronto per la prima volta puoi facilmente passare da Sperimentale a Curato.
  • Il Vocabolario Alternativo. Tu curi i tuoi tag e le tue categorie e noi facciamo il resto! Non hai bisogno di spendere tempo per costruire il tuo vocabolario di entità perché hai già investito il tempo per creare grandi tag e categorie.

Scelta 1: Il Vocabolario Curato

Se curi le entità del tuo vocabolario, puoi aspettarti del traffico organico verso le tue pagine del vocabolario. In questo caso, devi impostare le pagine del vocabolario come indicizzate per i crawler di Google e aggiungere un link a quelle entità dagli articoli e dalle pagine che le citano.

Cosa significa curare le entità del tuo vocabolario?

Creare un’entità nel tuo vocabolario è semplice e richiede solo pochi passi essenziali.
Vai su Vocabolario, Aggiungi entità, poi aggiungi tutte le informazioni sulla tua entità. WordLift suggerisce automaticamente quali altri argomenti rilevanti marcare (sono evidenziati) all’interno del testo del tuo contenuto per creare collegamenti ad altre entità nel tuo vocabolario. Puoi selezionare e poi aggiungere un markup a quelli coerenti con il contenuto dell’entità che stai aggiungendo al vocabolario.

Completa tutte le proprietà dell’entità per aumentare la visibilità del tuo contenuto.
Poi pubblica, e se vai al Vocabolario, puoi vedere la tua entità.

Questo è un esempio di un’entità creata con WordLift dove abbiamo aggiunto titolo, descrizione, sameAS, estratto, Entity Type, Image.

Inoltre, è possibile utilizzare i widget per arricchire la pagina e rendere il contenuto più attraente. Qui, ad esempio, abbiamo aggiunto la Faceted Search, come puoi vedere qui sotto:

Scelta 2: Il Vocabolario Nascosto

D’altra parte, potresti preferire concentrarti sulle tue pagine e articoli principali senza dedicare molto tempo alle entità del tuo vocabolario. Ciò significa che il tuo contenuto conterrà il markup, e Google e i motori di ricerca continueranno a capire il contenuto del tuo sito web, ma l’esperienza dell’utente non sarà influenzata dai link interni né Google indicizzerà le tue pagine del vocabolario.


Per fare questo, vai al tuo post, vai a WordLift e aggiungi un markup alle entità rilevanti al tuo contenuto. Poi scegli quali entità non vuoi collegare e aggiorna.

Puoi scegliere questa soluzione non solo se non hai tempo di occuparti delle tue entità di vocabolario, ma anche per altre ragioni:

  • Stai usando un’entità che è la base stessa dell’argomento che stai esplorando, e presumi che i tuoi lettori la conoscano già abbastanza.
  • Sarebbe utile se devi marcare semanticamente il tuo articolo con molte entità, ma hai paura che i link possano distrarre i tuoi lettori.
  • Hai una preoccupazione SEO circa il numero di link sulla tua pagina, e non vuoi avere troppi link per articolo.

Puoi anche decidere globalmente di collegare o non collegare le entità modificando le impostazioni di WordLift.

Vai alle impoistazioni di WordLift, vai a Link predefinito. Se selezioni SI, tutte le entità del tuo vocabolario che aggiungi con markup al tuo contenuto verranno automaticamente linkate. Se selezioni NO, potrai di volta in volta scegliere quali entità linkare e quali no.

Scelta 3: Il Vocabolario Sperimentale

C’è una terza opzione. Potresti iniziare a sperimentare il tuo vocabolario un passo alla volta prima di andare all-in con la curation di entità. In questo caso, puoi iniziare a collegare i tuoi contenuti dalle tue pagine senza permettere a Google di indicizzare quelle pagine. Gli algoritmi dei motori di ricerca non amano le pagine web inutili, cioè le pagine duplicate, le pagine fuori tema, le pagine con poco contenuto.

Usando questo tipo di vocabolario, eviti di mostrare a Google e ai motori di ricerca pagine che potrebbero considerare irrilevanti e penalizzare il SEO del tuo sito. Per fare questo, vai al Vocabolario, clicca sull’entità, clicca su Yoast SEO, vai su Avanzate e cambia le impostazioni, non permettendo ai motori di ricerca di mostrare la pagina nei risultati di ricerca, e aggiorna l’entità.

Puoi valutare i risultati del contenuto che hai scelto di indicizzare. A seconda dei risultati che otterrai, potresti decidere di iniziare a curare ulteriormente le tue entità.
In qualsiasi momento, puoi facilmente passare da Experimental a Curated Vocabulary.

Scelta 4: Il Vocabolario Alternativo

La quarta opzione è quella di migliorare il tuo sito web attraverso categorie e tag.

Con la funzione appena rilasciata di WordLift 3.32, non hai bisogno di usare il pannello di classificazione dei contenuti di WordLift per aggiungere un markup, ma puoi usare direttamente un tag o una categoria. Ciò significa che tutti i tuoi contenuti con quel tag specifico sono già collegati a un tag con caratteristiche intelligenti, e sono meglio riconoscibili per Google e Bing e altri motori di ricerca.

In questo modo, un tag o una categoria sono trattati allo stesso modo di un’entità riconosciuta nella casella di classificazione del contenuto. Rende tutto più facile perché se stai già usando tag e categorie, non hai bisogno di fare altro che curarli.

Salva il tag con tutte le sue proprietà e poi vai al post. Ora non hai bisogno di usare la casella Classificazione dei contenuti, ma puoi semplicemente aggiungere il tag e aggiornare. Puoi fare lo stesso con le categorie.

I tag e le categorie sono trattati allo stesso modo di un’entità che viene riconosciuta nella casella Classificazione del contenuto, rendendo il tuo contenuto intelligente e comprensibile per i motori di ricerca. Il tuo sito web sarà automaticamente ottimizzato per la SEO semantica.
Guarda il video per saperne di più👇

Da non perdere

L’Automazione SEO nel 2021
Migliora la SEO del tuo sito con l’Intelligenza Artificiale

Video SEO: 3 semplici mosse per raddoppiare la visibilità organica
Usa i video per aumentare il traffico del tuo sito web

Il potere del Product Knowledge Graph abbinato all’E-commerce
Scopri come sfruttare i dati nell’e-commerce

Schema Markup su WooCommerce: una Guida per Principianti
Come sfruttare appieno il potere della SEO

Sei pronto per la nuova SEO?
Comincia a usare WordLift oggi stesso!

Consigli pratici, guide, webinar e casi studio sull’intelligenza artificiale per la SEO: ricevili una volta a settimana nella tua casella di posta.

Consigli pratici, guide, webinar e casi studio sull’intelligenza artificiale per la SEO: ricevili una volta a settimana nella tua casella di posta.

Congratulazioni, sei dei nostri!

Continua a scalare la SERP con il tuo sito: l'AI di WordLift è in offerta al 50% fino al 7 Gennaio Compra Subito!

x