Entità

Che cos’è un’entità nel web semantico?

Nell’ambito del web semantico, un’entità è una “cosa” descritta all’interno di un documento. L’entità permette ai computer di interpretare quanto sappiamo di una persona, un’organizzazione, un luogo o qualsiasi altra cosa descritta in un documento. Tutti questi dati di fatto sono organizzati in proposizioni conosciute come triple, espresse nella forma di soggetto, predicato e oggetto.

Prendi, ad esempio, l’invasione cinese del Tibet, che fa riferimento alle profezie che [Thubten Gyatso] aveva fatto vent’anni prima. [Thubten Gyatso] è una stringa composta da die parole separate, ma come entità ha un significato più ricco. [Thubten Gyatso] è una persona e, nello specifico, è il tredicesimo Dalai Lama, nato nella provincia tibetana Tsang-Ü il 12 febbraio 1876. Nel contesto del web semantico, un articolo annotato con l’entità [Thubten Gyatso] offre tutte queste informazioni sul tredicesimo Dalai Lama in un modo che i computer possono capire e, come puoi immaginare, i computer potrebbero non avere molta familiarità con la storia del buddismo tibetano.

Ogni documento sul web fa riferimento a molte “cose” diverse. Le entità descrivono i contenuti usando modelli di conoscenza noti come grafi, che aiutano le macchine e “pensare” come noi e che allo stesso tempo ci aiutano a trovare informazioni con maggiore efficienza.

Le entità sono collegate tra loro. Ogni entità contiene informazioni necessarie a rispondere a domande sull’entità stessa (ad esempio: “Quando è nato Thubten Gyatso?”) e questioni alle quali è possibile rispondere osservando le relazioni con altre entità (ad esempio: “Trinley Gyatso era il suo predecessore?”).

Cosa sono le entità per WordLift?

In WordLift, le entità sono pagine web che descrivono le “cose” di cui parliamo di più sul nostro sito web. Tutte le entità sono organizzate in un vocabolario dentro WordPress. Ciascuna di esse è una pagina e corrisponde anche con un data point che WordLift crea nel web dei dati.
WordLift pubblica le entità e le loro proprietà seguendo un modello intelligente – tecnicamente chiamato ‘grafo’ – ideato per aiutare i computer a comprendere le “cose” esistenti nel mondo reale e le loro interrelazioni. Il grafo viene pubblicato usando i linked data ed è usato, in WordLift, per arricchire i contenuti pubblicati su un sito web.

Structured Data

Prendiamo, ad esempio, questa pagina. Si tratta di una entità che descrive cosa sono le entità. Tu stai leggendo il contenuto da una pagina web, un documento ipertestuale collegato a World Wide Web. Allo stesso tempo, un crawler, un agente intelligente o un chatbot può leggere queste stesse informazioni guardando ai dati strutturati che WordLift ha creato per questabentità.

Mentre le persone possono leggere un documento, per le macchine è molto più facile leggere dati arricchiti semanticamente e collegati con altri dati pubblicati su dataset aperti.

Qual è la differenza tra una entità e un articolo o una pagina web?

WordLift usa le entità in tre modi:

  1. Descrivono le “cose” di cui parli nei tuoi articoli usando linked data a 5 stelle, in modo che i motori di ricerca possano capire fuori da ogni dubbio di che cosa stai parlando.
  2. Ti aiutano a organizzare i contenuti che scrivi. Mentre annoti un articolo con una entità, WordLift crea una relazione tra l’articolo e l’entità in modo tale che un computer possa interpretarla. Queste relazioni sono immagazzinate in un grafo del sito web e sono usate per offrire raccomandazioni significative ai tuoi lettori.
  3. Offrono informazioni di contesto ai tuoi lettori. Prendi ad esempio il concetto di Linked Data – lo abbiamo usato in un articolo e magari tu non lo conosci. In questo caso, WordLift mi aiuta a creare un link in modo che tu possa saperne di più sui Linked Data, evitando di lasciarti andare in un altro sito per trovare le stesse informazioni.

Le entità devono essere rilevanti rispetto al contenuto che stai scrivendo e in un certo senso devono definire la tua strategia di content marketing e il dominio di conoscenza al quale fai riferimento con il tuo sito web.

Quali linee guida bisogna seguire per creare nuove entità per annotare un articolo o una pagina?

Una indicazione sempre valida per aggiungere una nuova entità è:

“Dovrei creare entità che un bibliotecario potrebbe plausibilmente usare per classificare il contenuto che sto scrivendo se si trattasse di un libro.”

In alcuni casi, concetti che sono importanti per i tuoi lettori non sono rilevati automaticamente da WordLift. Allora, è possibile crearli e insegnarli a WordLift – e ai motori di ricerca – perché possa riconoscerli in futuro.

Vorrei fare un esempio. Quando il nuovo concetto di PASO è stato introdotto come acronimo di Personal Assistant Search Optimization, ho creato un’entità su questo sito web e l’ho descritta usando i dati strutturati di WordLift.

Come puoi facilmente vedere nel video qui sotto, l’entità dopo poche settimane è diventata un featured snippet. Grazie a questo, Google Home ora offre una semplice definizione di PASO usando i contenuti prevenienti da questo sito web.

Ho diversi articoli che potrebbero essere usati per organizzare i contenuti del mio sito web, posso trasformarli in entità?

Sì, ora puou convertire i tuoi articoli e pagine esistenti in entità con un semplice click. Questo ti permetterà di riusare i tuoi articoli principali per riorganizzare i contenuti del tuo sito web e migliorare i ranking di ricerca di queste pagine.

Gli articoli definiti ‘cornerstone’ di solito servono a descrivere le “cose” che ti interessano di più e sono perfetti come entità.

Sei pronto per la nuova SEO?
Comincia a usare WordLift oggi stesso!




Continua a scalare la SERP con il tuo sito: l'AI di WordLift è in offerta al 50% fino al 7 Gennaio Compra Subito!

x